Agevolazioni imprenditoria giovanile in agricoltura

04.05.2011 12:06

Agevolazioni imprenditoria giovanile in agricoltura


L’art. 14, comma 3, della L. 15 dicembre 1998, n. 441, ai fini delle agevolazioni fiscali per l'imprenditoria giovanile iprevede che non si applica, ai soli fini delle imposte sui redditi, la rivalutazione dei redditi dominicali e agrari (prevista rispettivamente nella misura dell’80 per cento e del 70 per cento) per i periodi d’imposta durante i quali i terreni sono concessi in affitto per usi agricoli, con contratti di durata non inferiore a cinque anni, a giovani che:
 

  •  non hanno ancora compiuto quaranta anni;
  •  hanno la qualifica di coltivatore diretto o imprenditore agricolo a titolo principale o che acquisiscono una di tali qualifiche entro dodici mesi dalla stipula del contratto di affitto.

Si precisa che:

  •  per i contratti d’affitto stipulati a partire dal 6 gennaio 1999 (data di entrata in vigore della L. 441 del 1998) questa agevolazione spetta a partire dal periodo d’imposta in cui sono stipulati fino a quello di scadenza del contratto stesso;
  •  per i contratti stipulati prima del 6 gennaio 1999 ed aventi durata di almeno cinque anni, l’agevolazione si applica a decorrere dal periodo d’imposta 1999;
  •  per i contratti stipulati prima del 6 gennaio 1999 ed aventi durata inferiore a cinque anni, l’agevolazione spetta a decorrere dal periodo d’imposta in cui il contratto è eventualmente rinnovato a condizione che:

– l’affittuario non abbia compiuto quaranta anni alla data del 6 gennaio 1999;
– l’affittuario possegga la qualifica di coltivatore diretto o imprenditore agricolo a titolo principale al momento del rinnovo del contratto o l’acquisisca entro dodici mesi da tale data;
– la durata del contratto rinnovato non sia inferiore a cinque anni.


Per beneficiare del diritto alla non rivalutazione del reddito dominicale, ai fini delle imposte sui redditi, il proprietario del terreno affittato deve accertare l’acquisita qualifica di coltivatore diretto o di imprenditore agricolo dell’affittuario, a pena di decadenza dal beneficio stesso.

 

PONI UN QUESITO PUBBLICO SULLA COMPILAZIONE DEL MODELLO UNICO