Credito d’imposta per il reintegro delle anticipazioni sui fondi pensione – G3

12.04.2011 15:28

Credito d’imposta per il reintegro delle anticipazioni sui fondi pensione – G3


D.Lgs. 252/2005


Ai contribuenti che reintegrano le somme precedentemente richieste al Fondo di previdenza complementare di appartenenza, a titolo di anticipazione per determinate esigenze, spetta un credito d’imposta pari all’imposta versata al momento della fruizione.

 

Il contribuente può reintegrare tali anticipazioni in qualsiasi momento anche parzialmente, allo scopo di ricostituire la propria posizione contributiva.


Il credito d’imposta spetta sulle somme che eccedono il limite di euro 5.164,57 e solo per il reintegro delle anticipazioni erogate dal 1° Gennaio 2007 (Circolare 18/12/2007 n. 70, paragrafo 4.3).

 

E’ obbligatorio rendere una dichiarazione al Fondo con la quale il contribuente indichi quali somme siano da considerare come reintegro. Tale comunicazione deve essere resa entro il termine di presentazione della dichiarazione dei redditi.


Nel rigo G3 vanno indicati:

 

- l’anno di fruizione dell’anticipazione
- il codice 1 (se trattasi reintegro totale) o il codice 2 (se trattasi di reintegro parziale)
- l’importo reintegrato con il relativo credito d’imposta spettante (pari all’imposta pagata sull’anticipazione)
- eventuale credito d’imposta già compensato in F24.

 

   Visiona la guida completa per la compilazione del modello 730