Erogazioni liberali a favore delle associazioni di promozione sociale

01.03.2011 17:32

Erogazioni liberali a favore delle associazioni di promozione sociale


Art. 15, comma 1, lettera i-quater, del TUIR al quale si applicano le disposizioni della lettera i-bis
In base all’art. 15, comma 1 lett. i-quater del TUIR sono detraibili per un importo non superiore a euro 2.065,83 le erogazioni/contributi  in denaro effettuate alle associazioni di promozione sociale iscritte nei registri previsti dalle vigenti disposizioni di legge.

 

Tali erogazioni, per poter essere deducibili in dichiarazione dei redditi (unico o 730) devono essere effettuate mediante versamento postale o bancario (carte di credito, carte prepagate, assegni bancari o circolari).

 

Tale modalità di versamento deve risultare dalla ricevuta rilasciata dall’associazione.

 

Per le liberalità alle associazioni di promozione sociale è prevista, in alternativa alla detrazione, la possibilità di dedurre le stesse dal reddito complessivo.

 

Pertanto il contribuente deve scegliere, con riferimento alla suddetta liberalità, se fruire della detrazione d’imposta o della deduzione dal reddito non potendo cumulare entrambe le agevolazioni.

 

Per le erogazioni liberali effettuate tramite carta di credito è sufficiente la tenuta e l’esibizione, in corso di eventuale richiesta dell’amministrazione finanziaria, dell’estratto conto della società che gestisce la carta di credito.

 

Sono comprese nell'importo indicato in tale rigo anche le erogazioni riportate con il codice 23 nelle annotazioni del CUD 2011 e/o nel CUD 2010.

 

  Visiona la guida completa per la compilazione del modello 730 e del modello 730 semplificato