L’Ici sulle parti comuni del condominio: la dichiarazione

16.04.2011 19:08

L’Ici sulle parti comuni del condominio


L’ICI (imposta comunale sugli immobili) è un tributo dovuto anche sugli immobili in comproprietà condominiale.


La dichiarazione
Tutti i proprietari (o titolari di diritti reali di usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, superficie) hanno l’obbligo di dichiarare gli immobili posseduti, mediante la presentazione di un apposito modello, al Comune in cui si trovano gli stessi. Il modello di dichiarazione è approvato annualmente con decreto ministeriale (istruzioni e modello sono reperibili sul sito internet del Dipartimento per le politiche fiscali www.finanze.it).


Per gli immobili condominiali (ad esempio, i locali per la portineria, l’alloggio del portiere, l’autorimessa, il locale per le assemblee, la lavanderia, il locale per la caldaia, e per gli altri servizi in comune) tale adempimento deve essere espletato, per conto dei condòmini, dall’amministratore.


La dichiarazione è valida anche per gli anni successivi se non si verificano variazioni che comportano un diverso importo dell’imposta da versare.


In caso di variazioni riguardanti la struttura o la destinazione degli immobili, l’amministratore è tenuto a presentare una nuova dichiarazione entro il termine di presentazione della dichiarazione dei redditi.

 

 Leggi tutti gli articoli sul condominio e il fisco o poni un quesito pubblico.