Redditi dei coniugi in comunione dei beni

04.05.2011 12:38

Redditi dei coniugi in comunione dei beni


Nella dichiarazione devono essere inclusi i redditi che affluiscono ai coniugi in regime di comunione di beni (artt. 177 e seguenti c.c.) o per altri regimi patrimoniali (art. 167 c.c.), per la quota che compete a ciascuno.


I redditi della comunione tra coniugi sono attribuiti a ciascuno di essi, ai fini fiscali, nella misura del 50 per cento, salvo che non sia stata stabilita una diversa ripartizione a norma dell’art. 210 del c.c.


Nel caso di aziende coniugali il reddito deve essere dichiarato nel Modello UNICO Società di persone 2011 se vi è esercizio in società fra i coniugi (ad es.: coniugi cointestatari della licenza ovvero entrambi imprenditori) e, successivamente, da ciascun coniuge per la propria quota di spettanza nel quadro RH. Negli altri casi il coniuge imprenditore deve utilizzare i quadri RA, RD, RF o RG, a seconda dell’attività svolta, mentre l’altro indicherà la quota di sua spettanza nel quadro RH.

 

PONI UN QUESITO PUBBLICO SULLA COMPILAZIONE DEL MODELLO UNICO