Rigo RN12 Detrazione per redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente ed altri redditi

30.04.2011 18:12

Rigo RN12 Detrazione per redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente ed altri redditi


Compilare questo rigo se è stato percepito uno o più dei seguenti redditi:

  •  redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente indicati nella sezione II del quadro RC;
  •  redditi derivanti da attività commerciali non esercitate abitualmente, da attività di lavoro autonomo non esercitate abitualmente e dall’assunzione di obblighi di fare, non fare e permettere (righi RL14, RL15 e RL16);
  •  redditi di lavoro autonomo di cui al quadro RE, esclusi quelli assoggettati ad imposta sostitutiva e redditi di lavoro autonomo derivanti dalla partecipazione in società di persone per i quali nel quadro RH è stata barrata la casella di colonna 7 dei righi da RH1 a RH4
  • altri redditi di lavoro autonomo indicati nella sezione III del quadro RL;
  • redditi di impresa in contabilità semplificata di cui al quadro RG, esclusi quelli assoggettati ad imposta sostitutiva, e redditi di impresa in contabilità semplificata derivanti dalla partecipazione in società di persone per i quali nel quadro RH è stata barrata la casella di colonna 7 dei righi da RH1 a RH4
  • redditi di impresa determinati in misura forfetaria di cui al quadro RD.

    Per determinare la detrazione spettante individuare la propria fascia di reddito operando come segue.
    Reddito Netto = rigo RN1 col. 4 – rigo RN2 (considerare zero se negativo)


A) Reddito Netto fino ad euro 4.800
La detrazione, spetta nella misura fissa di euro 1.104. Pertanto riportare tale importo nel rigo RN12.


B) Reddito Netto superiore ad euro 4.800 e fino a euro 55.000
Per determinare l’ammontare della detrazione effettivamente spettante calcolare:
1) Quoziente = 55.000 – Reddito Netto/50.200
Se il Quoziente è superiore a zero e minore di uno devono essere utilizzate le prime quattro cifre decimali.
2) Detrazione spettante = 1.104 X Quoziente
Riportare nel rigo RN12 l’importo della detrazione come sopra determinata.


C) Reddito Netto superiore ad euro 55.000

La detrazione per altri redditi è pari a zero.

-----


 Detrazione per assegni periodici corrisposti dal coniuge
Se nei righi da RC7 a RC8 è presente un importo per il quale la relativa casella di colonna 1 risulta barrata (assegno periodico corrisposto
dal coniuge) spetta una detrazione d’imposta con le modalità di seguito descritte. La detrazione non deve essere rapportata ad alcun periodo dell’anno.
Per determinare la detrazione spettante individuare la propria fascia di reddito operando come segue.
Reddito Netto = rigo RN1 col. 4 – rigo RN2 (considerare zero se negativo)


A) Reddito Netto fino ad euro 7.500
Se il reddito netto non è superiore ad euro 7.500 la detrazione spetta nella misura di euro 1.725. Riportare tale importo nella colonna 2
del rigo RN12 e barrare l’apposita casella presente nella colonna 1.


B) Reddito Netto superiore ad euro 7.500 e fino ad euro 15.000
Per determinare l’ammontare della detrazione effettivamente spettante calcolare:
1) Quoziente = 15.000 – Reddito Netto/7.500
Se il Quoziente è superiore a zero e minore di uno devono essere utilizzate le prime quattro cifre decimali.
2) Detrazione spettante = 1.255 + (470 x Quoziente)
Riportare nella col. 2 del rigo RN12 l’importo della detrazione come sopra determinata e barrare l’apposita casella presente nella colonna 1.


C) Reddito Netto superiore ad euro 15.000 e fino ad euro 55.000
Per determinare l’ammontare della detrazione effettivamente spettante calcolare:
1) Quoziente = 55.000 – Reddito Netto/40.000
Se il Quoziente è superiore a zero e minore di uno devono essere utilizzate le prime quattro cifre decimali.
2) Detrazione spettante = 1.255 x Quoziente
Riportare nella col. 2 del rigo RN12 l’importo della detrazione come sopra determinata e barrare l’apposita casella presente nella colonna 1.


D) Reddito Netto superiore ad euro 55.000

La detrazione è pari a zero.

 

PONI UN QUESITO PUBBLICO SULLA COMPILAZIONE DEL MODELLO UNICO