Sentenza della Cassazione n. 24166 del 16 giugno 2011 (compensazione indebita e responsabilità del consulente)

19.06.2011 00:06

Sentenza della Cassazione n. 24166 del 16 giugno 2011

Compensazioni indebite ? A pagare è anche il professionista. Legittimo il sequestro preventivo dei beni al professionista ideatore delle compensazioni indebite a favore del cliente

 

È legittimo il sequestro per equivalente nei confronti del professionista che svolge un ruolo attivo nell’indebita compensazione a favore del cliente.
 
Questo è quello che risulta dalla sentenza della Cassazione n. 24166 del 16 giugno 2011.
 
Qualora il professionista non si limita a svolgere semplicemente la sua attività di consulente fiscale, ma è l’ideatore stesso dell’indebita compensazione di crediti inesistenti o di omessi versamenti, diventa legittima la misura preventiva del sequestro dei suoi beni.
 
 
Fonte: Il Sole 24 Ore