Tutti i modi per risparmiare sullo stipendio

Tutti i modi per risparmiare sullo stipendio

 

Tutti i modi per risparmiare

 

Sommario

1.      Come risparmiare.

2.      Risparmiare sulla bolletta dell'acqua

3.      Sul telefono e sulla bolletta telecom

4.      Sulla bolletta della luce

5.      Sulle spese mediche

6.      Sugli spostamenti e sui viaggi

7.      Sulle spese dei figli

8.      Sulle ristrutturazioni della casa

9.      Sugli acquisti di mobili ed elettrodomestici

10.   Sugli acquisti che consentono un risparmio energetico alla casa

11.    Sulle spese mediche sostenute dai familiari

12.    Sulle assicurazioni sulla vita e sulle assicurazioni sulla macchia, sulle barche o sulle moto.

13.   Sui beni di consumo.

 

 1) Come risparmiare?

Come risparmiare? Come dosare bene le spese per una famiglia a basso reddito, visto il calo pauroso del potere di acquisto del reddito delle famiglie italiane?

In che modo possiamo risparmiare un poco alla volta, un po’ qui e un po’ la, in modo da ritrovarci, a fine mese, ad aver risparmiato una somma importante?

Questa piccola guida sul risparmio vuole essere un punto di riferimento per tutte le famiglie italiane che si trovano in questa situazione; oggi sempre più numerose, le famiglie italiane sentono l’esigenza di risparmiare sulla spesa quotidiana, poiché il reddito che si percepisce non è più sufficiente a garantire un livello di vita e di consumi che fino a ieri costituiva lo standard di riferimento per chi percepiva redditi medi o medio bassi.

La soglia della povertà si è drammaticamente abbassata, e quelli che ieri erano considerati quasi poveri oggi sono, a tutti gli effetti, i nuovi poveri.

L’asticella si è abbassata e non ci sono segnali che possa rialzarsi, ne nel breve periodo ne tantomeno nel medio o lungo periodo.

Da qui l’esigenza di agire verso il risparmio in modo da far aumentare il potere di acquisto del reddito senza modificarne, di fatto, il suo valore assoluto.

Il risparmio come arma principale per far fronte alla crisi del potere di acquisto dei salari e degli stipendi, come unica e sola arma per far fronte ad uno stato di crisi ormai consolidato e strutturale. Il risparmio come stile di vita, come filosofia alla base delle scelte di consumo di tutti noi.

Il risparmio non è più e non deve essere più considerato come sinonimo di povertà e disagio sociale, ma segno di un nuovo stile di vita e di visione della vita. Chi risparmia è intelligente non povero; chi risparmia ha a cuore la propria famiglia, è sensibile verso il valore dei soldi, verso chi sta peggio di lui, verso il consumismo sfrenato con tutte le sue conseguenze nefaste in termini di ambiente e di salute.

Un nuovo modo di vedere le cose, dunque, in cui il consumatore sia più attento a tutto ciò che compra, nelle scelte di consumo quotidiano, così da ridurre gli sprechi e eliminare le cose inutili.

Passeremo in rassegna ogni ambito della vita quotidiana, e vedremo come, con un minimo di attenzione e volontà, si possa risparmiare su tutto, dalla bolletta della luce all’acqua, dal telefono ai vestiti, dal mangiare ai trasporti e tutto il resto.

In tal modo, con uno sguardo attento a tutto ciò che ci circonda, imparando poche e semplici regole, faremo una grande magia: aumenteremo lo stipendio della metà.

Di fatto, risparmiando, è come se una famiglia aumentasse il suo ipotetico redditi di 2000 euro al mese portandolo fino a 3000 euro al mese, in termini di potere di acquisto complessivo.

Seguitemi in questa elencazione semplice di piccole istruzioni per l’uso per un risparmio consapevole e ben fatto dei propri redditi.

 

 

 

2 Risparmiare sulla bolletta dell’acqua.

 

Ecco una voce del budget familiare in cui la disattenzione regna sovrana. Quante volte ci avviciniamo al rubinetto e lo teniamo aperto per tempi biblici nonostante, nel frattempo, ci distraiamo su altre cose?

Vediamo come agire per risparmiare acqua e dunque ridurre la bolletta:

 

- Un uso attento porta un risparmio del 50% del consumo di acqua.

- Richiedere uno sconto sulla bolletta dell’acqua con il modello Isee. Infatti, si possono ottenere ottimi sconti con questi requisiti:

- ISEE fino a Euro 9.495;

- indicatore ISEE fino a Euro 11.844 con almeno 5 componenti;

- indicatore ISEE fino a Euro 11.844 e almeno un soggetto che, a causa di particolari condizioni mediche, adeguatamente certificate, necessiti di un maggior utilizzo di acqua superiore di almeno il 30% il consumo storico dell'utente o la media dei consumi dell'utenza domestica, e' ottenibile il rimborso annuale pari all'importo relativo a 20 metri cubi/annui di acqua per ciascun componente del nucleo familiare (calcolato applicando la tariffa base del servizio usufruito).

Insomma, con questi due consigli, si può ridurre la bolletta dell’acqua del 70 %, ottenendo un risparmio enorme, da riversare su altri consumi prioritari.

 

 

 

3 Risparmiare sul telefono e sulla bolletta telecom

 

Anche sul telefono è possibile ottenere un notevole risparmio sulla bolletta. Basta seguire questi semplici consigli:

- Usare il telefono secondo le fasce orarie di convenienza tariffaria. Informarsi su queste fasce e verificare quali tra tutte offrano il livello di risparmio maggiore.

- Richiedere il bonus sul canone telefonico.  Si tratta di una riduzione consistente del canone telefonico TELECOM che ci regala un risparmio importante sulla bolletta del telefono. Vediamo a chi spetta e cosa fare.

Per accedere alla riduzione del canone TELECOM bisogna avere un indicatore ISEE uguale o inferiore a 6.713,94 euro, e di appartenere ad una delle seguenti categorie:

- Nucleo familiare al cui interno è presente un percettore di pensione di invalidità civile.--

- Nucleo familiare al cui interno è presente un percettore di pensione sociale.-

- Nucleo familiare al cui interno è presente una persona al di sopra dei 75 anni di età.-

- Nucleo familiare in cui il capofamiglia risulti disoccupato/in cerca di prima occupazione.-

 

Quanto vale, in termini di risparmio effettivo, il bonus telecom?:

Il bonus telefonico consente di ottenere una riduzione del 50% dell'importo mensile di abbonamento al servizio telefonico di categoria B alla Telecom Italia S.p.A.

La domanda va fatta, compilando apposito modulo, direttamente alla Telecom Italia S.p.A. , all'indirizzo indicato nella bolletta telefonica, allegando fotocopia documento di identità, fotocopia attestato ISEE e fotocopia documentazione inerente secondo requisito.

 

 

4 Risparmiare sulla bolletta della luce

 

Anche in questo settore di consumi molto può essere fatto per ottenere un risparmio importante nei consumi e nei costi della bolletta della luce.

Pochi consigli ma importanti:

- usare le lampadine di nuova generazione, che oltre a portare ad un risparmio immediato nei consumi di elettricità portano un risparmio sui costi di gestione del sistema di illuminazione complessivo poiché durano molto di più delle vecchie lampadine. Un risparmio del 30% sull’intero importo della bolletta della luce può essere ottenuto semplicemente sostituendo tutte le lampadine dell’abitazione con le nuove lampadine in commercio.

- Spegnere la strumentazione con led. Sono inutili e dispendiosi. Anche se sembra non consumino, si è stimato che una abitazione consumi 100 euro l’anno di elettricità soltanto per questi piccoli led accesi che non hanno nessuna utilità pratica.  Questo si può fare semplicemente mettendo alla base degli strumenti una scarpetta con pulsante di accensione. Si spegne la scarpetta e in un solo colpo si spengono tutti gli elementi collegati. Agevole e pratico.

- Utilizzare il bonus energia elettrica. Il bonus energia elettrica è una importante agevolazione finalizzata a garantire alle famiglie in condizione di disagio economico e alle famiglie numerose un risparmio sulla bolletta per l'energia elettrica.

Il bonus per l'energia elettrica è previsto anche per i casi di disagio fisico, cioè per i casi in cui una grave malattia costringa l'utente della bolletta all'utilizzo di apparecchiature elettromedicali indispensabili per il mantenimento in vita.

Vediamo chi ha diritto al bonus energia elettrica.

 

Possono ottenere il bonus energia

- tutti i clienti domestici intestatari di un contratto di fornitura elettrica

- per la sola abitazione di residenza

- con potenza impegnata fino a 3 kW per un numero di familiari con la stessa residenza fino a 4

- o fino a 4,5 Kw, per un numero di familiari con la stessa residenza superiore a 4;

 

e:

 

    - appartenenti ad un nucleo familiare con indicatore ISEE non superiore a 7500 euro;

    - appartenenti ad un nucleo familiare con più di 3 figli a carico e ISEE non superiore a 20.000 euro

    - presso i quali viva un malato grave che debba usare macchine elettromedicali per il mantenimento in vita. in questo caso senza limitazioni di residenza o potenza impegnata.

 

Quanto vale il bonus energia elettrica in termini di risparmio per le famiglie.

 

Nel caso di famiglie in condizioni di disagio economico e per le famiglie numerose, il bonus consente un risparmio pari a circa il 20% della spesa annua presunta (al netto delle imposte) per una famiglia tipo. Il valore è differenziato a seconda del numero dei componenti della famiglia.

Per l'anno 2011 il risparmio è di:

 

    - 56 euro per una famiglia di 1 o 2 persone

    - 72 euro per 3 o 4 persone

    - 124 euro per più di 4 persone

    - per i soggetti in gravi condizioni di salute il valore del bonus per l'anno 2011 è di 138 euro.

 

Come richiedere e a chi richiedere il bonus energia elettrica.

 

Per richiedere il bonus energia elettrica bisogna compilare l'apposita modulistica e

- consegnarla al proprio Comune di residenza 

- O presso altro istituto eventualmente designato dallo stesso Comune ( ad esempio i centri di assistenza fiscale CAF).

 

I moduli sono

- scaricabili da questa pagina

- o reperibili presso i Comuni

- o sul sito del Ministero per lo Sviluppo economico

 

 

5 Risparmiare sulle spese mediche

 

Anche qui si possono fare degli ottimi risparmi. Spesso, per molti, le spese mediche sono una voce importante del bilancio familiare, e un risparmio può essere una soluzione per dirottare somme verso altre e importanti esigenze familiari.

- Risparmiare sui medicinali: Esistono medicine che non sono di “marca”, che contengono gli stessi principi attivi, portano gli stessi esatti benefici al paziente, e costano meno della metà e anche oltre, rispetto ai medicinali cosidetti di “marca”. Fatevi sempre dire dal farmacista quali sono i medicinali equivalenti su cui potete risparmiare sul costo complessivo delle spese mediche.

- Conservate sempre con cura gli scontrini della farmacia e le fatture e le ricevute per le spese mediche e le prestazioni specialistiche e le visite di ambulatorio. Tutte queste spese sono detraibili dal reddito e consentiranno un notevole risparmio di imposta. Ricordate che il risparmio ottenibile è pari al 19 % della spesa sostenuta, che a fine anno può arrivare a somme importanti, consentendo di evitare, spesso, di pagare le tasse e ottenere anche delle restituzioni nella busta paga o nelle rate della pensione.

 

 

6 Risparmio sugli spostamenti e sui viaggi.

 

Per tutti coloro che prendono i mezzi pubblici per spostarsi, si possono ottenere dei risparmi consistenti.

Anche qui, come per molti casi precedenti, è utile farsi compilare il modello isee presso un centro di assistenza fiscale. Infatti, sulla base del reddito isee, esistono degli sconti sulle tariffe dei mezzi di trasporto pubblico della vostra città. Recatevi presso un caf per maggiori informazioni e per la compilazione del modello isee, indispensabile per ottenere dei risparmi sui mezzi di trasporto pubblico urbano.

 

 

7 Risparmiare sulle spese dei figli.

 

Sulle spese dei figli sono possibili dei risparmi notevoli che pochi conoscono, ed è utile informarsi e conoscere le possibilità che la legislazione offre alle famiglie che hanno figli e per i quali sostengono delle spese di istruzione e di altra natura. I risparmi possono essere fatti su questi versanti:

- spese di trasporto per andare a scuola

- spese di istruzione per l’acquisto di libri scolastici

- spese sportive praticate dai ragazzi, sulle quali esistono delle detrazioni di imposta. Conservate sempre le ricevute delle palestre o di altri enti o istituti in cui i vostri figli svolgono attività sportiva.

. spese per asili nido per i più piccoli. Con il modello isee già citato in precedenza, è possibile ottenere dei risparmi sulla retta da pagare per gli asili nido dei bambini.

 

8 Risparmiare sulle ristrutturazioni della casa

 

Sulla ristrutturazione della propria abitazione sono possibili forme di risparmio di imposta notevolissime. Basta pensare che il 36% della spesa sostenuta per la ristrutturazione può essere detratta al 19% in più anni, comportando dei risparmi notevoli per la famiglia che sostiene l’onere della ristrutturazione.

Ricordatevi di avere la seguente documentazione per ottenere il risparmio di imposta.

 

- Copia della comunicazione inviata al Centro di Servizio o al Centro Operativo di Pescara

- Copia della ricevuta postale della raccomandata con la quale è stata trasmessa al Centro di Servizio o al Centro Operativo di Pescara la comunicazione di inizio lavori e verifica che la stessa sia stata inviata prima della data di inizio lavori riportata nella comunicazione stessa

- Fatture o ricevute fiscali idonee a comprovare il sostenimento della spesa di realizzazione degli interventi effettuati e per quelle pagate dal 4 luglio 2006 verificare l’indicazione del costo della manodopera

- Bonifico bancario o postale (anche on line) da cui risulti la causale del versamento, il codice fiscale del soggetto che versa e il codice fiscale o partita IVA del soggetto che riceve la somma

- Altra documentazione relativa alle spese il cui pagamento è previsto possa non essere eseguito con bonifico bancario (ad esempio oneri di urbanizzazione, ritenute d’acconto operate sui compensi, imposta di bollo e diritti pagati per le concessioni, autorizzazioni e denunce di inizio lavori)

- Autocertificazione per le spese sostenute a decorrere dal 1° ottobre 2006 attestante l’importo delle spese di ristrutturazione sostenute da ciascuno dei contitolari

- Dichiarazione dell’Amministratore condominiale che attesti di aver adempiuto a tutti gli obblighi previsti dalla legge e che certifichi l’entità della somma corrisposta dal condomino e la misura della detrazione

 

 

9 Risparmiare sugli acquisti di mobili e elettrodomestici

 

Le spese per la sostituzione dei frigoriferi, congelatori e loro combinazioni possono spesso essere detratte, se collegate alle spese di ristrutturazione della casa. Il risparmio di imposta è sempre possibile se il contribuente è attento a dotarsi e conservare la seguente documentazione:

 

- Fattura o scontrino fiscale parlante recante i dati identificativi dell’acquirente e la classe energetica non inferiore ad A+ dell’elettrodomestico acquistato

- Documentazione attestante l’avvenuta sostituzione dell’apparecchio che può consistere in un’ autocertificazione dalla quale risulti la tipologia dell’apparecchio sostituito, le modalità seguite per la dismissione dello stesso e la denominazione dell’impresa/ente a cui l’apparecchio è stato consegnato

 

 

10 Risparmiare sugli acquisti che consentono un risparmio energetico alla casa

 

Anche qui possono essere fatti notevoli risparmi non soltanto perché si ottengono minori consumi di energia elettrica e quindi un risparmio della bolletta della luce, ma anche dei risparmi fiscali dati dalla detrazione che lo stato consente sugli acquisti relativi alle seguenti categorie:

- interventi di riqualificazione energetica

-  interventi sull’involucro

- acquisto di pannelli solari

- acquisto di impianti di climatizzazione invernale

Un risparmio, dunque, sia sul versante dei consumi quotidiani di energia, sia sul versante fiscale con una detrazione di imposta del 55% sulle spese sostenute per le categorie elencate.

 

 

 

Risparmiare sulle spese mediche sostenute dai familiari

 

In pochi sanno che sono detraibili dall’imposta non soltanto le spese mediche proprie ma anche alcune tipologie di spesa sostenute dai propri familiari. Si tratta delle spese relative alle patologie che danno diritto all’esenzione dalla partecipazione alla spesa sanitaria pubblica. Queste spese possono essere portate in detrazione anche se sono state sostenute per conto di propri familiari non a carico, affetti dalle citate patologie, generando un risparmio per la famiglia che le sostiene.

 

 

Risparmiare sulle assicurazioni sulla vita e sulle assicurazioni sulla macchia, sulle barche o sulle moto.

 

Ricordatevi sempre che le assicurazioni sulla vita sono detraibili dal reddito. Quindi, su queste spese si possono ottenere dei risparmi fiscali importanti.

Per tutti coloro che possiedono dei veicoli, delle moto o dei natanti, esiste una voce nella documentazione sul pagamento delle spese, che è il contributo al servizio sanitario nazionale. Questa voce è detraibile dal reddito della persona che la sostiene. Un altro importante risparmio fiscale, dunque, che non tutti conoscono.

 

 

Risparmiare sui beni di consumo.

 

Quando andate al supermercato assicuratevi di essere come gli economisti solitamente chiamano il consumatore medio: ovvero un consumatore “attento e razionale”.

Questo vuol dire di confrontare sempre il prezzo dei prodotti. Spesso, se si presta maggiore attenzione quando si acquista al supermercato, sono possibili dei risparmi del 50% sulla spesa totale del carrello della spesa, semplicemente controllando i prezzi di tutti i prodotti simili e provare quelli che costano meno. La marca spesso è un miraggio che promette ma non mantiene. Molti prodotti non di marca hanno spesso una qualità notevole, se non uguale a quella dei prodotti di marca. Il risparmio sul versante della spesa di beni di consumo quotidiano è potenzialmente enorme. Spetta a ognuno di noi aprire gli occhi e valutare tutti i prodotti che il mercato mette a disposizione dei consumatori.

Consumatori attenti e razionali, dunque, e non distratti e lobotomizzati dalla pubblicità che ci martella quotidianamente.

 

 

Conclusioni

 

I capitoli di spesa su cui ognuno di noi può generare un risparmio per la famiglia non sono certo finiti. Sono molteplici gli aspetti non richiamati in questo articolo e su cui ognuno di noi può agire intelligentemente per generare risparmi.

L'unico limite è la pigrizia che ognuno di noi ha, spesso, nel passare dal sapere all'agire quotidiano.

Pensateci.

 

 

Poni un quesito o un semplice commento sul risparmio o suggerisci un modo nuovo per risparmiare

Data: 10.12.2014

Autore: Nike Air Max 2013 Womens

Oggetto: awkatrmrrnk@gmail.com

Data: 07.12.2014

Autore: Air Jordan 12 Femme

Oggetto: gbeiwlj@gmail.com

Data: 09.07.2011

Autore: Cristian

Oggetto: bellissimo questo articolo sui modi per risparmiare

Veramente bello questo articolo. Non solo i soliti consigli che si trovano inrete ma anche finalmente dei consigli pratici su come far valere i propri diritti come i bonus dello stato etc etc. o anche i risparmi fiscali.
Gran bell'articolo davvero.

CONDIVIDETELO SU FACEBOOK !!!

Data: 11.07.2011

Autore: Admin

Oggetto: R: bellissimo questo articolo sui modi per risparmiare

Grazie Cristian. La parte fiscale sui metodi per risparmiare è il nostro forte, visto che siamo un centro di assistenza fiscale. Abbiamo voluto dare dei consigli che in rete non si trovano o si trovano di rado.
Grazie per la condivisione.

Data: 09.07.2011

Autore: Osvaldo

Oggetto: Un modo per risparmiare? eccolo...

Esite un solo modo per risparmiare. Cambiare modo di essere. Abbandonare il superfluo e fare affidamento esclusivamente alle cose importanti. Se eliminassimo davvero il superfluo avremmo un sacco di soldi in più per le cose davvero importanti.

Data: 11.07.2011

Autore: Admin

Oggetto: R: Un modo per risparmiare? eccolo...

Verissimo. Purtroppo, pur essendo l'unico e vero modo per risparmiare, è anche il più difficile da realizzare. Pensare che tutti possano modificare il proprio stile di vita è una vera utopia.
Meglio partire a piccoli passi da cose più concrete.
Grazie per l'intervento.

Data: 07.07.2011

Autore: Cristiano

Oggetto: Risparmiare acqua con i rubinetti con fotocellula

Non ho mai capito per quale motivo il governo non metta questa tecnologia, i rubinetti con la fotocellula, come obbligatoria. Insomma, al sud ci sono paesi sempre in crisi idrica, e questa sola implementazione porterebbe le famiglie a risparmiare tantissimo, con una evidente ricaduta positiva su tutta la popolazione.
Fateci caso quanto si può risparmiare se il consumo ci fosse soltanto quando noi ci avviciniamo al rubinetto. Una cosa pazzesca...

Data: 08.07.2011

Autore: Admin

Oggetto: R: Risparmiare acqua con i rubinetti con fotocellula

Concordo che con l'installazione della fotocellula si potrebbe risparmiare un sacco di soldi. Se poi non ci limitiamo a pensare ad una singola famiglia ma a tutto il paese, bè allora parliamo di milioni di metri cubi di acqua risparmiata e crisi idriche sconfitte per sempre.
Ma presumo che obbligare milioni di italiani ad inserire questi sistemi sia un grosso problema. Piuttosto sarebbe meglio inserire sistemi di incentivazione all'acquisto di tali strumenti, come agevolazioni fiscali sotto forma di detrazioni di imposta per acquisto di sistemi idraulici che consentono un risparmio così significativo nel consumo dell'acqua.
Vedremo se la prossima generazione di politici sarà così sensibile al problema.

Data: 04.07.2011

Autore: Giulio

Oggetto: risparmio bolletta luce a rischio?

e vero che la finanziaria di termonti sta togliendo la possibilità di risparmiare sulla bolletta della luce come era possibile prima ottenendo i bonus ?
Posso sapere se e vero?

Data: 07.07.2011

Autore: Karl

Oggetto: R: risparmio bolletta luce a rischio?

Parrebbe che, in effetti, la manovra di Tremonti di questi giorni avrebbe al proprio interno delle misure per limitare il bonus sulle bollette della luce.
Aspettiamo maggiorii informazioni in questi giorni.

Data: 04.07.2011

Autore: Alex

Oggetto: risparmiare sulla bolletta della luce

Risparmiare sulla bolletta della luce si può, e nessuno ci pensa.
Non soltanto si può risparmiare con le lampadine a risparmio energetico, come già citato in questo bel post, ma anche con i sistemi di regolazione della luce delle lampadine.
Ne esistono di semplici che consentono di dosare il livello di luce della lampadina.
Così si risparmia davvero sulla bolletta della luce.
Un saluto e complimenti per il sito.

Data: 07.07.2011

Autore: Admin

Oggetto: R: risparmiare sulla bolletta della luce

E' vero Alex. In effetti il sistema di regolazione della luce è un sistema sottovalutato per risparmiare. Spesso si ha neccessità di meno luce di quella che fà la lampadina. Un pò come quei rubinetti che fanno uscire l'acqua quando metti la mano sotto. Anche con quel sistema si possono risparmiare notevoli cifre sulla bolletta di acqua.
Grazie per il contributo.

Data: 27.06.2011

Autore: Rosaria

Oggetto: risparmiare bevendo acqua del rubinetto

vi siete dimenticati che si può risparmiare semplicemente smettendo di comprare acqua al supermercato. Non solo risparmiamo ma facciamo risparmiare anche i comuni che spenderanno meno per portare via i rifiuti.
Un consiglio.. mettete l'acqua del rubineto in frigo e per qualche ora. Sarà buonissima.
Bellissimo sito. complimenti. ciao a tutti
Rosaria da milano

Data: 27.06.2011

Autore: Admin

Oggetto: R: risparmiare bevendo acqua del rubinetto

Verissimo. Non abbiamo inserito questa forma di risparmio importantissima: usare l'acqua della propria abitazione. Non solo si risparmia, ma si limita l'immissione di milioni di bottiglie di plastica, generando, indirettamente, un risparmio importante per le casse comunali. Esattamente come ha detto lei signora Rosaria.
Ottimo il consiglio di rinfrescare l'acqua e di farla riposare prima di berla.
Grazie per il contributo e la partecipazione.

Nuovo commento

Link utili per una guida completa al risparmio.